TORNA L’ESTATE IN PALCOSCENICO DEL PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE, NEL SEGNO DI MOLIÈRE

riparte dal 23 giugno la programmazione di “Scenario d’Estate”: 7 gli appuntamenti fino a settembre tra Sacile, Polcenigo e Budoia, con nuovi percorsi e location

Download

Pieghevole Scenario d’Estate 2021 (PDF 456 Kb)
Locandina Scenario d’Estate 2021 (PDF 369 Kb)

644_200112_PT_anteprima_borghese_IMG_1141

uno speciale fil-rouge accompagnerà gli eventi di spettacolo e divulgazione culturale, intorno al teatro di Jean Baptiste Poquelin detto Molière e alla corte del Re Sole

un cartellone fatto di prosa, reading, musica e numerose collaborazioni culturali, tra le quali l’Accademia Italiana della Cucina, Musica Pura, Associazione Aladura e Dedica festival 2021 a Paolo Rumiz


Un’estate di “Nuovi Scenari” con proposte che rilanciano lo spettacolo e gli eventi dal vivo, dopo i lunghi mesi di chiusura a causa della pandemia: questa è la ripartenza del Piccolo Teatro Città di Sacile, che dal 23 giugno al 2 settembre riapre la propria programmazione unendo al tradizionale percorso estivo in palcoscenico il suo fortunato format “A Tavola con…”, sviluppato come sempre insieme all’Accademia Italiana della Cucina. La novità della nuova stagione di “Scenario d’Estate”, in scena con sette appuntamenti a Sacile, Polcenigo e Budoia, è dunque l’intreccio con un più ampio fil-rouge che percorrerà luoghi, temi, generi e arti nel segno di Jean Baptiste Poquelin, ovvero l’attore, regista e commediografo che passò alla storia con il nome di Molière, alla cui epoca, ovvero a quella del massimo splendore assolutistico della Francia, sotto il regno di Luigi XIV, il Re Sole, il progetto fa riferimento, con un ricco menu di eventi di spettacolo e divulgazione culturale.
Sostenuta da Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli e dai Comuni ospiti, con il supporto anche di Banca di Cividale, la rassegna riprende un’idea ambiziosa che, avviata già nel 2020 poco prima del lockdownd dettato dal Covid-19, riparte ora con rinnovato slancio, insieme a molti importanti compagni di viaggio: Associazioni e gruppi di teatro e musica, artisti e relatori impegnati ad approfondire diversi aspetti di questo periodo così fecondo per arti, letteratura, moda, tradizioni della tavola, ricette e abitudini culinarie.
Si comincia a Sacile con due eventi legati al ciclo “A Tavola con… MolièreFest”: il 23 giugno nella rinnovata location della Chiesa di san Gregorio, l’argomento si svolgerà intorno a “Musica e costume alla corte del Re Sole”, ospiti i relatori Anna Giust, musicologa, e Erica Martin, Accademica della Cucina ed esperta di moda, con una full-immersion nella “maraviglia” del barocco francese, suggellato dalla musica del tempo, offerta dal duo Giorgia Zanin, tiorba, e Giovanni Tonello, viola da gamba, in collaborazione con Musica Pura.
Il 25 giugno una nuova ambientazione nel verde, quella del Country Hotel Due Fiumi a Sacile, darà spazio alla seconda puntata di questo percorso, sul tema “Tra storia, cultura e ricette dell’epoca di Molière”: personaggi, gusti e circolazione di idee del periodo, illustrate da Maria Pia Arpioni, in collaborazione con Aladura, saranno affiancate da una “piccola biblioteca culinaria” presentata dall’Accademico Giorgio Viel. Chiusura sul palco con lo specialissimo Molière “alla maniera della commedia dell’arte” presentato dal Teatro dei Pazzi di San Donà di Piave. Si passa quindi nella Corte di Palazzo Ragazzoni a Sacile per tre appuntamenti a luglio: giovedì 8 il concerto “Memoria adriatica” della Maxmaber Orkestar, con un repertorio di musiche balcaniche, mediterranee e klezmer per le Anteprime di Dedica festival 2021 a Paolo Rumiz; giovedì 15 luglio la brillante serata “Cechoviana” della Compagnia La Goldoniana di San Stino di Livenza; il 22 luglio la vivacità del dialetto triestino con la pièce “Tuti ogi?!?!” adattamento della Compagnia dei Giovani de L’Armonia da una commedia di Ray e Michael Cooney. Il 29 luglio il palcoscenico estivo del Piccolo Teatro si posta a Budoia, ospitando un grande classico del teatro, scritto nell’Ottocento da Edmond Rostand, ma ambientato proprio all’epoca di Molière: “Cyrano di Bergerac” sarà portato in scena dal gruppo giovane del Centro Teatrale Da Ponte di Vittorio Veneto. Infine il 2 settembre, ultima tappa “A tutto Molière” nel giardino di Palazzo Salice-Scolari di Polcenigo: una conversazione teatrale condotta da Paolo Quazzolo, docente dell’Università di Trieste, in contrappunto con La Bottega di Concordia Sagittaria, interprete di scene e reading dalle opere del grande commediografo.

Tutti gli eventi sono su prenotazione ai recapiti del Piccolo Teatro, nel rispetto delle norme anti-Covid:
tel/whatsapp 366 3214668 / mail: piccoloteatrosacile@gmail.com
Facebook: @piccoloteatrosacile
© 2020 Piccolo Teatro Città di Sacile APS